Il manifesto 111

VENERDI’ 20 NOVEMBRE 2020 – Conferenza digitale

ore 18 – Diretta FB Alla fine della città

IL MANIFESTO 111 Manifesto politico e poetico dei cittadini

L’ARTE DEL GESTO – COSTRUIRE UNA CITTÀ

con Virgilio Sieni, coreografo, danzatore e architetto; introduce Donatella Bertozzi, critica di danza, redattrice della rivista “Ballet 2000”

Il Manifesto 111 è una raccolta di punti, frasi e affermazioni sull’abitare e sull’operare nei territori attraverso l’arte del gesto. Nasce all’inizio del 2020 a Firenze grazie all’incontro di numerosi cittadini che, partendo da esperienze dirette sulle pratiche del gesto e la relazione con il territorio, hanno riflettuto sui temi dell’operare in vita. Sono pratiche popolari che intendono riattivare il ruolo di cittadino partecipante e che accolgono persone di tutte le età, abilità e provenienze. Le azioni hanno l’obiettivo di creare e rinnovare un paesaggio, un sentire comune attraverso il gesto come atto simbolico di conoscenza e condivisione.

“È necessario soffermarsi, sospendere il tempo e dedicare l’attenzione all’irregolarità, all’imperfezione che li compone e al divenire politico che li definisce. Ogni punto porta con sé il carattere empatico di un gesto rivolto all’altro. Il senso di apertura, politica e poetica, risuona da un’affermazione all’altra, lasciando tempi e spazi di attesa, di sospensione tra concetti che richiamano alla cura degli spazi, alla crescita dell’individuo e al senso di comunità” (Virgilio Sieni).

Gabriele Benedetti: attore e autore. Si è formato all’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico di Roma, fra le sue collaborazioni quelle con Giorgio Barberio Corsetti, Quellicherestano, l’Accademia degli Artefatti e il CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia.