Radioattivi: Vita Quotidiana – Immagini fotografiche

RomeLOVE di Simona Filippini, Baby Park Roma, Via Cesira Fiori, 2020, originale Fuji 10×6 cm.

Roma, Ipogeo degli Ottavi, via Cesira Fiori (maestra, partigiana, militante del Partito comunista italiano): parco-giochi per i bambini, davanti al Centro commerciale Gulliver, dietro alle grate uno scimpanzé rosa guarda in macchina. Penso a King Kong in versione femminile, ascolto le voci dei bambini che giocano, restituisco un’immagine farsesca di una città che non ne ha bisogno.

Peregrinazioni romane, narrazioni fotografiche, memorie di una città che già negli anni Sessanta aveva abdicato alla sua bellezza.

Simona Filippini fotografa

«È guardare alle notti, all’incrociarsi di vite, a particolari che non possiamo né vogliamo vedere, a frammenti di bar, di strade, di venditori ambulanti, di nuovi monumenti e muri affaticati. Sono piccole note autobiografiche, una sorta di delicata autopresentazione, che mai diventa quel grossolano “metterci la faccia” che troppo spesso si sente risuonare nelle orecchie, che passa per i neon e per le cabine per fototessere» (Michela Becchis). «Noi tutti sappiamo quanto i lavori eseguiti senza limiti di tempo, con lungo e lento respiro, portino in sé uno spessore e una profondità difficile da ottenere altrimenti. E questo continuo vagare per la città, dal centro alla periferia e viceversa, fermandosi, osservando, cercando l’atmosfera più adatta e i giusti colori, ci rimandano un insieme di visioni coerenti, e anche un po’ sorprendenti» (Patrizia Bonanzinga). “RomaLove” di Simona Filippini: è un progetto, un racconto, una dichiarazione di amore, con l’istantanea, per un luogo che è cresciuto, che si è moltiplicato, che è cambiato, che ha cambiato, che sta cambiando, che cambierà, ma che continua a ricordare.